Lettera alle famiglie-

Alle famiglie dell’IC Brianza

E, p.c. Ai docenti

Al personale ATA

Al Sindaco di Bollate

 

Bollate, 15/07/2020

Circ. n. 124

Oggetto: aggiornamenti sulla ripresa

Gentili famiglie,

vi scrivo, come promesso, per condividere lo stato dell’arte rispetto alla ripresa delle lezioni di settembre. Comprendo lo stato di incertezza e di preoccupazione che vivete (che è anche il nostro), ma desidero rassicurarvi sul fatto che il lavoro organizzativo, di confronto, di riflessione non si è mai fermato. Sono attivi gruppi di lavoro, che traducono le indicazioni ministeriali in operatività; sono aperti tavoli con l’Ente Locale sull’adeguamento degli immobili e sulle possibili soluzioni organizzative; sono attivi collegamenti con decine di altre scuole.

Attualmente si hanno a disposizione tre documenti per la pianificazione delle attività scolastiche:

  1. Il Piano scuola 2020-2021 del Ministero dell’Istruzione del 26 giugno
  2. Il documento del Comitato Tecnico Scientifico del 28 maggio
  3. Il verbale delle risposte del Comitato tecnico-scientifico ai quesiti posti dal Ministero in merito all’inizio del nuovo anno scolastico.

Provo qui a fare il punto sulle indicazioni contenute in questi documenti, relativamente ad alcuni punti particolarmente meritevoli di attenzione:

 Scuola primaria e secondaria.

  • Rispetto di un metro di distanza da bocca e bocca da intendersi in modo STATICO
  • due metri di distanza tra la cattedra e la prima fila di banchi
  • divieto di accesso con 37,5 di febbre (misurazione a casa)
  • non essere stati a contatto con un soggetto positivo al Covid-19 nei 14 gg precedenti
  • non essere stato in quarantena o isolamento nei 14 gg precedenti
  • uso della mascherina nelle zone comuni (ancora da rivedere)
  • igienizzazione delle mani.
  • opportunità di svolgere test sierologici su docenti e personale scolastico e che fissano per fine agosto la dead line per un eventuale aggiornamento sull’obbligo generalizzato di indossare i dispositivi di protezione.
  • possibile scaglionamento degli ingressi laddove non sia possibile attivare più entrate e uscite.

Spazi e numerosità dei gruppi classe

In seguito alla pubblicazione del verbale contenente le risposte del Comitato Tecnico-Scientifico ai quesiti posti dal Ministero (7 luglio) si è chiarito che il parametro da utilizzare nella valutazione della capienza è quello statico.

Questo ha consentito di stabilire, in seguito a sopralluoghi effettuati con il RSPP, che la capienza delle aule del nostro Istituto Comprensivo (45 mq circa) è di massimo 20/21 alunni. È stato dunque necessario-laddove possibile- individuare alcuni spazi (laboratori) più estesi per le classi più numerose e predisporre i relativi lavori di adattamento.

In alcuni plessi, di concerto con il Comune, si effettueranno probabilmente lavori strutturali per recuperare metri quadrati.

In un plesso, dove c’è scarsità di spazi ampi, si sono chieste al Ministero più risorse in organico per organizzare l’eventuale creazione di ulteriori gruppi classe.

Siamo in attesa di conoscere se il Ministero (e quindi gli USR e gli UST) metteranno a disposizione delle scuole risorse aggiuntive di organico docente e ATA.

Tempo scuola

La variabile “tempo scuola” è strettamente connessa alle risorse che il Ministero concederà alle scuole.

La nostra volontà è quella di garantire il tempo scuola scelto dalle famiglie (40 ore-primaria, 36 ore secondaria t.p., 30 ore secondaria t.n.) e in tal senso ce la metteremo tutta.

Attualmente è esclusa l’opzione della riduzione del tempo di lezione base (24,27,30 ore alla primaria, 30 ore alla secondaria) perché vorrebbe dire toccare gli ordinamenti e i livelli essenziali di prestazione e ciò compete al Legislatore, non all’autonomia scolastica.

Scuola dell’infanzia

Numerosità del gruppo classe – Il documento del CTS recita: “Relativamente alla numerosità del gruppo classe, trattandosi per caratteristiche evolutive e metodologie didattiche di un contesto dinamico, è opportuno prevedere un affollamento ulteriormente ridotto rispetto ai criteri applicati nel contesto di classi di ordine superiore”.

L’affollamento previsto per le classi di ordine superiore è stato chiarito, con l’indicazione del ‘metro statico’ di distanza, che dà un parametro sufficientemente preciso. Non è ancora chiaro quanto si debba ridurre la numerosità del gruppo rispetto a questo riferimento nella scuola dell’infanzia. Visto il cenno al contesto dinamico, potrebbe essere preso come riferimento il cosiddetto ‘metro dinamico’, ovvero la possibilità di mantenere il metro di distanza anche nelle situazioni di movimento. Se così fosse, sarebbe legittimo immaginare, viste la numerosità delle nostre sezioni (21-23 alunni), che le nostre sezioni si debbano dividere in due o più gruppi e occupare spazi diversi. In questo caso sono necessari altri insegnanti (che sono infatti stati richiesti in una recente rilevazione dell’UST di Milano).

Se invece prevarrà il criterio statico anche alla scuola dell’infanzia si riusciranno ad ospitare quasi tutti i bambini all’interno delle sezioni.

Spazi – Il documento del CTS prevede “la disponibilità di uno spazio interno ad uso esclusivo per ogni gruppo di bambini, con i suoi rispettivi arredi e giochi che saranno opportunamente sanificati. Tutti gli spazi disponibili (sezioni, antisezioni, saloni, atrii, laboratori, atelier) dovranno essere “riconvertiti” in spazi distinti e separati per accogliere stabilmente gruppi di apprendimento, relazione e gioco”.

Tempo scuola – Riprendo dal documento del CTS l’affermazione già citata “i bambini frequentano per il tempo previsto di presenza”. Purtroppo, nelle attuali condizioni di organico e senza chiarezza sulla capienza delle aule, non sono in grado di dare indicazioni certe alle famiglie, e di questo mi rammarica.

Confido a breve di poter essere più precisa e di potevi comunicare informazioni certe su:

  • tempo scuola
  • numerosità gruppi
  • misure anti-contagio
  • mensa

Vi invito a leggere di frequente le notizie pubblicate sul sito.

A fine agosto, quando la situazione sarà più chiara, prevedo di incontrare i genitori delle future prime, sia di primaria che di secondaria- e i genitori dell’infanzia (in modo telematico) per informarli su tutti gli aspetti della vita scolastica dell’anno che verrà.

Di seguito fisserò un incontro con tutti i rappresentanti di classe.

Approfitto di questa comunicazione per confermare che tutte le iscrizioni inviate a gennaio sono state accolte.

Ringrazio tutti per la paziente attenzione e auguro di poter trascorrere un sereno periodo estivo.

 

La dirigente Scolastica

Stefania Giacalone